NADiRinforma segnala:Comune Partecipato

FINALMENTE IL NOSTRO COMUNE HA SCOPERTO E SPOSATO IL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIETA'

tratto da L'idea Pianoro
 

Marco Malpensi

L'articolo 118 della Costituzione della Repubblica Italiana così recita: <<Stato, Regioni, Città Metropolitane, Provincie e Comuni favoriscono l'autonoma iniziativa dei cittadini, singoli ed associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà>>. Più volte L'Idea ha, in questi anni, sollecitato l'amministrazione comunale a rispettare tale dettato costituzionale ottenendo sempre silenzio; anche l'opposizione in Consiglio Comunale non ha mai detto una parola in merito.

È quindi con soddisfazione che abbiamo ascoltato il 29 settembre scorso la Giunta che illustrava al Consiglio Comunale il "regolamento per la concessione di forme di sostegno economico a soggetti operanti nell'ambito della comunità locale per la realizzazione di funzioni istituzionali in attuazione del principio di sussidiarietà". Il regolamento è stato approvato all'unanimità dal Consiglio. L'assessore competente ha elencato i criteri che saranno utilizzati per la scelta degli interventi di sostegno da fare; particolare favore sarà riservato ai progetti che coinvolgono più di un'associazione. Quest'ultima precisazione ci ha riportato alla mente la vicenda del "Comune Partecipato.it" che nel 2007, primo in Italia, aveva portato in casa dei cittadini le riunioni del Consiglio Comunale attraverso telecamere collegate ad internet. Il progetto era stato proposto e realizzato da ben 5 associazioni di volontariato (il Centro Formazione e Ricerca Don Lorenzo Milani e Scuola di Barbiana, L'Idea, CAMINA che è un'associazione nazionale di città, NADIR informa, EMI Editrice Missionaria Italiana). La novità venne subita ed ostacolata dalla allora Giunta Saliera nell'assenza dell'opposizione; la Giunta attualmente in carica, alcuni mesi fa, ha spazzato via l'iniziativa dei volontari ed ha realizzato un suo progetto meno funzionale rovesciando così il principio di sussidiarietà e spendendo denaro pubblico la cui entità non conosciamo perché alle nostre domande in merito nessuno ha risposto. Ora cogliamo qui l'occasione per ricordare al sindaco ed all'assessore competente il dovere di rendere trasparente l'attività dell'amministrazione comunale rispondendo alle nostre cinque domande cadute nel vuoto che riproponiamo: 1) Perché la precedente amministrazione non ha sostenuto il progetto realizzato dai volontari fino al punto di impedire loro di concorrere ad un concorso nazionale che avrebbe fatto onore a Pianoro ed al Comune? 2) Perché appena insediati non avete cercato di coinvolgere i volontari per cercare insieme una soluzione che mantenesse in vita il loro progetto che è più funzionale di quello da voi realizzato? 3) A chi è stato commissionato il lavoro di installazione delle telecamere e di approntamento del software del vostro progetto? 4) Quanto sono costati tali lavori? 5) Chi svolge il lavoro di gestione del progetto e quanto costa ?

 

NADiRinforma: 25 ottobre 2006 c/o la Biblioteca Comunale Don L. Milani, Rastignano ? Pianoro (Bo)si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione del progetto Comune Partecipato.it. Il progetto sostenutodal Centro Formazione e Ricerca Don L. Milani e Scuola di Barbiana (Camina associati) prevede la collaborazione diE.M.I., N.A.Di.R., L?Idea
Sono intervenuti:
Giovanni Banchi  Presidente del Centro Formazione e Ricerca D.L.Milani
Massimo Antinucci  Consigliere Comunale Comune di Pianoro
P. Ottavio Raimondo  Direttore casa editrice E.M.I.
Silvia Salucci  Segreteria scientifica Ass. Naz. Camina Marco Boschini  scrittore e Assessore Comune di Colorno (PR)
Ernesto Cevenini  Presidente Ass. Lavoratori licenziati per rappresaglia
Coordinamento: Manrico Velcha  Responsabile di Vicchio CDM
Riprese e montaggio: NADiRinforma
Visita il sito: www.comunepartecipato.it
 

"Comune partecipato": espressione di Democrazia

NADiRinforma: Il progetto, sostenuto dal Centro Formazione e Ricerca Don L. Milani e Scuola di Barbiana (Camina associati) in collaborazione diE.M.I., N.A.Di.R., L'Idea, è orientato a portare le sedute del Consiglio Comunale direttamente nelle case dei Cittadini, stimolare l'attenzione alla vita politica del paese,stimolare il coinvolgimento attivo dei Cittadini utilizzando le tecnologie digitali e la diffusione Internet. Attraverso il sito www.comunepartecipato.it i Cittadinipotranno vedere le registrazioni video delle sedute del Consiglio Comunale, leggere i commenti dei capigruppo, scrivere direttamente alla Amministrazione Comunale,ai Capigruppo, ai giornali.
Visita il sito: www.mediconadir.it
Visita il sito: www.icareancora.it
Visita il sito: www.comunepartecipato.it

NADiRinforma: Il Centro Formazione e Ricerca Don Lorenzo Milani e Scuola di Barbiana, in collaborazione conle associazioni L'Idea, N.A.Di.R., Camina e la casa editrice Emi stanno perseverando dal novembre 2006 nelprogetto sperimentale di partecipanza attiva c/o il Comune di Pianoro (Bologna). Viene proposto uno stralcio dell'ultimo ConsiglioComunale risalente al 27 giugno 2006.
Circa 700 persone al mese si collegano gratuitamente al sito - www.comunepartecipato.it -e scaricano le registrazioni - riferiscono gli organizzatori del progetto - ascoltando così gli interventi della Giunta e dei Consiglieri sugli argomentipiù importanti per il nostro territorio. Il visitatore del sito può interagire con il Comune, inviando commenti, suggerimenti, idee all'Amministrazione,ai capigruppo ed ai principali giornali locali e bolognesi. Si possono anche ricevere via mail le date di convocazione del Consiglio Comunalee gli argomenti che verranno trattati, iscrivendosi alla lista di posta elettronica news@comunepartecipato.it
Lo scopo del progetto è rendere il cittadino partecipe e consapevole del lavoro che affronta chi gestisce la cosa pubblica.
Visita il sito: www.mediconadir.it
Visita il sito: www.icareancora.it
Visita il sito: www.emi.it
Visita il sito: www.ideapianoro.org
Visita il sito: www.camina.it
 

Scopo del progetto:

portare le sedute del Consiglio Comunale direttamente nelle case dei Cittadini, stimolare l'attenzione alla vita politica del paese, stimolare il coinvolgimento attivo dei Cittadini utilizzando le tecnologie digitali e la diffusione Internet. Attraverso il sito www.comunepartecipato.it i Cittadini potranno vedere le registrazioni video delle sedute del Consiglio Comunale, leggere i commenti dei capigruppo, scrivere direttamente alla Amministrazione Comunale, ai Capigruppo, ai giornali.

Il progetto coinvolge l'Amministrazione Comunale, I Gruppi Consiliari, la stampa locale.

Amministrazione Comunale:

produzione Atti da pubblicare, a nostra cura, nel sito www.comunepartecipato.it nella sezione dedicata al Comune, diffusione, tramite gli strumenti in possesso dell'Amministrazione, delle possibilità offerte ai Cittadini di partecipare alla vita politica della comunità, attenzione attiva ai messaggi ricevuti dai Cittadini;  

Gruppi Consiliari:

attenzione attiva ai messaggi ricevuti dai Cittadini, invio di documenti da pubblicare, a nostra cura, nel sito www.comunepartecipato.it nella sezione dedicata;  

Stampa locale:
attenzione attiva ai messaggi ricevuti dai Cittadini, diffusione dell'iniziativa proposta;
un progetto proposto dal
Centro Formazione e Ricerca Don L. Milani e Scuola di Barbiana
tel 051-341316
in collaborazione con: